RICOMINCIAMO IN SICUREZZA - Il Centro Oculistico Quattroelle è nuovamente operativo nel rispetto di tutte le norme di sicurezza necessarie. Leggi la news

RICOMINCIAMO IN SICUREZZA

Il Centro Oculistico Quattroelle è nuovamente operativo nel rispetto di tutte le norme di sicurezza necessarie.

Il Personale Medico e di Assistenza è provvisto di adeguati dispositivi di protezione personale e procede regolarmente con la disinfezione di tutto il materiale diagnostico prima e dopo ogni visita.
Un comportamento corretto e rispettoso dei pazienti e del personale è fondamentale per accedere serenamente ed in sicurezza alle prestazioni.

Scopri come
Info e Prenotazioni

Accedere alla visita oculistica

Autodichiarazione per visite mediche specialistiche, interventi parachirurgici e chirurgici necessari e non differibili in situazione di emergenza sanitaria per coronavirus Covid-19

Gentile Paziente o Tutore del minore, in questa situazione di emergenza socio sanitaria, per rispetto del rapporto di alleanza terapeutica tra medico e paziente, applicate tutte le necessarie precauzioni igieniche e di distanziamento – in particolare: le necessarie azioni inerenti l’igiene degli ambienti e delle superfici, il distanziamento sociale negli Ambulatori di visita, nelle Sale Operatorie, la limitazione stretta degli accompagnatori (massimo uno), l’osservanza di tutte le norme igienico-sanitarie degli operatori sanitari, parasanitari e dei collaboratori, comprendenti l’utilizzo di guanti monouso per il personale della struttura, mascherine chirurgiche per tutti, igiene delle mani mediante lavaggio e disinfezione con gel alcolici o a base di ipoclorito di sodio, disinfezione degli strumenti – vengono effettuate le prestazioni sanitarie (visite mediche specialistiche, interventi parachirurgici e chirurgici) necessarie e non differibili in ambito specialistico, vagliate mediante contatto telefonico tra medico oculista e paziente.

Il paziente che necessiti di una prestazione medico chirurgica oftalmologica, consapevole della emergenza Covid-19 e dei rischi generali di contagio, ai sensi della Legge e degli Artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 dovrà sottoscrivere l’autodichiarazione di seguito allegata.

> Scarica il documento Autodichiarazione COVID

Consenso informato alla visita oculistica

Gentile Signor/a, grazie per averci scelto e un cordiale BENVENUTO nel Centro Quattroelle. Ci consenta una breve introduzione alla nostra attività, offrendoci la sua collaborazione. Questa scheda contiene le informazioni relative alla visita, ai tempi necessari, ma anche ai disagi e agli effetti collaterali che ne possono conseguire. Le espressioni tecniche utilizzate possono richiedere spiegazioni verbali o approfondimenti, per cui la invitiamo a sollecitare i chiarimenti al nostro personale.

LA VISITA OCULISTICA
Prevede una fase preliminare in cui personale specializzato (ortottisti, optometristi o medici oculisti) raccoglie dati e informazioni con strumenti dedicati, utili per la valutazione conclusiva. La visita oculistica completa non è assolutamente programmabile in maniera standardizzata e può durare anche più di 2 ore, soprattutto se vengono eseguiti esami addizionali (campo visivo, microperimetria, OCT, ecografia…). Al termine del percorso avrà tutti gli elementi per discutere nei dettagli il suo caso.

> Scopri gli esami diagnostici del Centro oculistico Quattroelle

I COSTI
I nostri servizi non sono convenzionati con il sistema sanitario nazionale, ma soltanto con taluni sistemi assicurativi privati. Il costo della visita oculistica comprende le indagini di routine. Esami addizionali, che si rendano necessari, hanno un costo aggiuntivo che le sarà sottoposto preliminarmente dal personale amministrativo. Il saldo delle prestazioni va tassativamente effettuato prima di lasciare il centro, salvo accordi particolari. La ringraziamo anticipatamente per volerci segnalare direttamente al momento della visita oculistica, oppure via e-mail (info@quattroelle.org), disagi e manchevolezze riscontrate nel nostro comportamento, oltre a consigli o commenti da lei ritenuti utili a migliorare il servizio.

EFFETTI COLLATERALI E RISCHI
Sono possibili eventi indesiderati, in genere lievi e transitori, conseguenti alla semplice emotività di alcune persone (reazioni vagali, svenimenti, sudorazione fredda, cali di pressione etc.).

Possono verificarsi effetti secondari all’uso di farmaci, da valutare con attenzione. Alcuni test sono inevitabilmente, anche se moderatamente, fastidiosi. Essi prevedono il contatto con la superficie oculare, la proiezione di luce intensa e il ricorso a colliri, che bruciano per pochi secondi dopo l’instillazione, a base di sostanze che dilatano la pupilla (per favorire l’accurata osservazione della retina), anestetiche e viscose (per misurare la pressione intraoculare e consentire il contatto con lenti diagnostiche e sonde ecografiche).

La dilatazione farmacologica della pupilla, a seconda del farmaco impiegato (tropicamide, ciclopentolato, fenilefrina), della reattività individuale, dell’età e del difetto visivo può durare da poche ore sino a 24-48 ore.
Tali colliri possono provocare abbagliamento e fotofobia (fastidio alla luce intensa), difficoltà nella messa a fuoco degli oggetti per vicino, e quindi difficoltà a leggere, lavorare, guidare autoveicoli.

Si raccomanda pertanto ai pazienti dilatati di evitare la giuda e limitare le prestazioni che richiedono coordinazione visuo-motoria nelle 24 ore successive alla visita oculistica, e comunque fino a quando persiste la pupilla dilatata, prestando molta attenzione alle attività dinamiche (scendere le scale, affrontare ostacoli in generale) e di essere accompagnati nelle ore che seguono la visita oculistica.

In casi rarissimi, negli occhi predisposti da una particolare conformazione anatomica (soggetti con camera bassa, angolo irido-corneale stretto, cataratta intumescente), la dilatazione può comportare un blocco pupillare con conseguente attacco di glaucoma acuto. Il trattamento di questa evenienza va attuato con urgenza e consiste nella somministrazione di farmaci ipotonizzanti (colliri e compresse per bocca) e nel praticare con lo YAG laser un foro dell’iride periferica (iridotomia) per ripristinare la circolazione fisiologica dei liquidi intraoculari.

I colliri anestetici, in soggetti predisposti, possono risultare tossici per l’epitelio della cornea e della congiuntiva.

Sempre in rari casi, le manovre di misurazione della pressione, applicazione di lenti a contatto diagnostiche, sonde ecografiche, indentatori della sclera con applicazione di sostanze viscose possono accentuare l’offuscamento e causare abrasioni corneali, graffi accidentali a livello della porzione superficiale della cornea, in genere banali dal punto di vista clinico ma assai fastidiosi a causa della sua elevata innervazione sensoriale. Guariscono in breve, da poche ore e uno-due giorni, aiutati da colliri o pomate riepitelizzanti e antibiotiche e dal bendaggio dell’occhio.

Il contatto con l’occhio di dispositivi medici comporta infine un certo rischio di infiammazione della superficie oculare (congiuntiviti, blefariti e cheratiti). La natura microbica da contaminazioni batteriche, virali o fungine (infezione) è eccezionale, a patto che si seguano le normali procedure di disinfezione e richiede terapie con colliri antibiotici.

È infine possibile che le sostanze usate non vengano perfettamente tollerate, provocando gradi variabili di allergia e/o intolleranza con arrossamento, gonfiore, disturbo del bulbo e delle palpebre. Per quanto spiacevole, l’evento è autolimitante (passa da solo) e si gestisce ricorrendo a farmaci anti-allergici (in genere cortisonici) locali e sistemici.

N.B. In caso di sottoscrizione di uno solo degli esercenti la patria potestà, con la presente sottoscrizione il firmatario dichiara di esercitare congiuntamente la patria potestà, ovvero di essere l’unico esercente la patria potestà esonerando da ogni responsabilità la struttura e i suoi medici per ogni atto conseguente alla mendace affermazione ed accollandosene gli oneri. In caso di esercizio della patria potestà disgiunto sarà indispensabile la sottoscrizione di entrambi gli esercenti la patria potestà ovvero di procura notarile dell’esercente la patria potestà che non sottoscrive ovvero di dichiarazione con la quale si attribuisce la facoltà di sottoscrivere il consenso all’altro genitore munita di dichiarazione d’autenticità della firma.

> Scarica il documento Consenso informato alla visita oculistica e al trattamento dei dati personali

Informativa sul trattamento dei dati personali dei Clienti

Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679, la informiamo che i suoi dati saranno trattati nei modi di seguito descritti.

Titolare del trattamento
Titolare del trattamento, ai sensi dell’art. 4 del GDPR, è QUATTROELLE SRL, Piazza Martiri di Alessandria, 6 – 14049 Nizza Monferrato (AT) P. IVA: 01260980055 – C.F.: 01260980055

Finalità e basi giuridiche del trattamento
I Suoi dati, inclusi le categorie particolari di dati personali, saranno trattati per le seguenti finalità:

  • a) adempimento a obblighi contrattuali, esecuzione e/o stipulazione del contratto col Cliente e/o gestione di eventuali misure precontrattuali;
  • b) assolvimento a eventuali obblighi normativi, alle disposizioni fiscali e tributarie derivanti dallo svolgimento dell’attività d’impresa e a obblighi connessi ad attività amministrativo-contabili;
  • c) esecuzione delle obbligazioni di cui al rapporto di cura e assistenza richiesto;
  • d) invio, direttamente o tramite terzi fornitori di servizi di marketing e comunicazione, newsletter e comunicazioni con finalità di marketing diretto attraverso email, notifiche push, posta cartacea.

Le basi giuridiche del trattamento per le finalità a) e b) sopra indicate sono gli artt. 6.1.b) e 6.1.c) del Regolamento.
La base giuridica del trattamento di dati personali per le finalità c) e d) è l’art. 6.1.a) del GDPR in quanto i trattamenti sono basati sul consenso.
I dati personali e di natura particolare, trattati per le finalità di cui alle lettere a), b), c), sono necessari per assolvere obblighi contrattuali. La mancata comunicazione di tali dati comporterà l’impossibilità di prestare il servizio richiesto.
I dati personali trattati per le finalità di cui alla lettera d), saranno trattati previo consenso. La mancata comunicazioni di tali dati non comporterà l’impossibilità di prestare il servizio richiesto.
Si ricorda infine che per i trattamenti effettuati ai fini di invio diretto di proprio materiale pubblicitario o di propria vendita diretta o per il compimento di proprie ricerche di mercato o di comunicazioni commerciali in relazione a prodotti o servizi analoghi a quelli utilizzati dal Cliente, la Società può utilizzare gli indirizzi di posta elettronica o anagrafici ai sensi e nei limiti consentiti dall’art. 130, comma 4 del Codice e dal provvedimento dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali del 19 giugno 2008 anche in assenza di consenso esplicito. La base giuridica del trattamento dei dati per tale finalità è l’art. 6, comma 1, lett. f) del GDPR, ferma restando la possibilità di opporsi a tale trattamento in ogni momento, seguendo le indicazioni presenti alla sezione dei “Diritti dell’Interessato” della presente Informativa.

Comunicazione
I dati personali, anche di natura particolare, saranno trattati dal personale amministrativo e tecnico sanitario, che esplica attività lavorativa presso il Centro Oculistico Quattroelle il quale è tenuto al segreto sui dati ai sensi degli artt. 2105 cc e 621, 622, 623 cp. I dati personali potranno inoltre essere comunicati a soggetti esterni al Titolare, quali istituti bancari, assicurazioni, eventuali ulteriori consulenti esterni dei quali lo stesso si avvarrà unicamente per la realizzazione delle finalità sopra descritte.
Tali soggetti, ove necessario, sono stati nominati Responsabili del trattamento. L’elenco aggiornato dei Responsabili del trattamento potrà essere richiesto al Titolare del trattamento.
I dati personali trattati per finalità promozionale potranno essere diffusi attraverso i canali ufficiali di comunicazione quali, a titolo semplificativo e non esaustivo, il sito internet, i profili ufficiali del Titolare sui social network (Facebook), nonché riprodotti su materiale informativo realizzato dal Titolare
Resta fermo l’obbligo di Quattroelle Srl di comunicare i dati ad Autorità Pubbliche su specifica richiesta.

Diffusione e trasferimento all’estero
I Suoi dati personali e/o di natura particolare non saranno diffusi. I suoi dati non saranno trasferiti all’estero, se non espressamente indicato da Lei nei modi descritti di seguito. In caso sia necessario l’invio al di fuori dell’Italia dei suoi dati personali da Quattroelle Srl trattati, dovrà indicarci il soggetto fisico o giuridico al quale i dati dovranno essere comunicati, le modalità di trasmissione, il recapito, e una lettera di richiesta del trasferimento.

Tempi di conservazione
Il trattamento dei dati personali avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici con logiche strettamente correlate alle finalità stesse e, comunque, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza.
I dati personali verranno trattati da Quattroelle Srl per tutta la durata dell’incarico ed anche successivamente per 10 anni, per far valere o tutelare i propri diritti ovvero per finalità amministrative e/o per dare esecuzione ad obblighi derivanti dal quadro regolamentare e normativo pro tempore applicabile e nel rispetto degli specifici obblighi di legge sulla conservazione dei dati.
I dati personali trattati per finalità promozionali, potranno essere conservati per 10 anni dalla conclusione del rapporto contrattuale instaurato.

Diritti dell’interessato
Lei potrà chiedere in qualsiasi momento al Titolare del trattamento:

  • l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che La riguardano o di opporsi al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati;
  • per i trattamenti basati sul consenso, la revoca dello stesso in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca.

Per esercitare i Suoi diritti potrà rivolgersi al Titolare del trattamento inviando una email a:
info@quattroelle.org
Potrà inoltre proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali.

> Scarica il documento Consenso informato alla visita oculistica e al trattamento dei dati personali

 

 

 

Convenzioni

I nostri centri sono convenzionati con ASSICURAZIONI, FONDI INTEGRATIVI e FONDI SANITARI AZIENDALI. Si consiglia agli assistiti di verificare preventivamente termini e condizioni della propria posizione assicurativa.

Scopri

Finanziamenti

Con il servizio PAGODIL, possibilità di pagamenti dilazionati, senza interessi ed alcun costo aggiuntivo. Chiama per informazioni​.

Scopri

Richiedi maggiori informazioni
Compila il form, chiama il numero 02.8057388
o scrivici su WhatsApp 329.4067810

Domande Frequenti

Come accedere al Centro oculistico

Si può accedere al Centro oculistico solo tramite prenotazione. All’ingresso ti verrà misurata la temperatura e dovrai igienizzare le mani utilizzando i dispenser a disposizione. Potrai accedere alla visita solo se munito di mascherina chirurgica. Se non dovessi averne una a disposizione, te la forniremo noi. In sala d’attesa e alla reception sarà fondamentale rispettare […]

È sempre necessaria la dilatazione della pupilla durante la visita?

La dilatazione farmacologica della pupilla serve per controllare in maniera più accurata la parte periferica della retina dell’occhio. Da tenere presente che un esame del fondo dell’occhio senza dilatazione è sempre considerato parziale e non completo. Ad oggi esistono apparecchiature (OPTOS) in grado di fotografare il fondo dell’occhio in maniera accurata e senza dilatare farmacologicamente […]

Come scegliere lo specialista?

Nella sessione “equipe medica” trova l’elenco dei nostri oculisti, con il proprio campo di competenza specifica. In ogni caso, una prima visita oculistica generica può essere effettuata da uno qualsiasi dei nostri specialisti; consideri quindi anche la disponibilità, i giorni ed orari di visita a lei più congeniali.

Quali sono le differenze tra il centro di Milano e quello di Nizza Monferrato?

I nostri Centri dispongono egualmente di strumentazione all’avanguardia. L’ambulatorio di Milano è attivo dal lunedì al venerdì; quello di Nizza Monferrato il sabato. La chirurgia viene effettuata unicamente nella sede di Milano.

A che età è utile fare la prima visita ai bambini?

L’età giusta è tra i 3 e i 4 anni. Oggi abbiamo a disposizione strumenti in grado di rilevare difetti di refrazione in modo oggettivo, anche prima dell’età scolare, quando il bimbo sarà in grado di collaborare e dare risposte soggettive utili a identificare la giusta refrazione. Se i genitori, o i famigliari stretti del […]

Viene controllato il fondo dell’occhio?

Si, il fondo dell’occhio viene sempre controllato perché alcuni problemi retinici sono asintomatici (assottigliamento o fori della retina) e diagnosticabili solo dal medico oculista attraverso l’esplorazione del fundus.

Viene sempre misurata la pressione dell’occhio durante la visita?

La pressione intraoculare viene misurata a tutti i pazienti sottoposti a visita oculistica, mediante il tonometro a soffio o il tonometro ad applanazione. (Quest’ultimo utilizzato in pazienti con predisposizione o affetti da glaucoma o in fase di terapie cortisoniche locali).

Può essere pericoloso utilizzare le gocce per la dilatazione della pupilla in caso di gravidanza o allattamento?

In generale i colliri che si utilizzano per dilatare la pupilla sono topici, ma potrebbero entrare in circolo e raggiungere anche il feto. Di solito dopo la 20 esima settimana di gestazione non ci sono rischi per il feto, ma ogni singolo caso viene sempre valutato dall’oculista prima di somministrare qualsiasi tipo di collirio o […]

Posso guidare dopo la visita?

La dilatazione farmacologica della pupilla crea disagi come fotofobia e difficoltà nella messa a fuoco degli oggetti sia da lontano che da vicino. Pertanto si consiglia di evitare la guida dopo la visita.