Info e Prenotazioni

5 Rimedi per le dermatiti palpebrali

Soffri a causa di queste malattie delle palpebre? Segui 5 rimedi per le dermatiti palpebrali che potranno aiutarti ad alleviare il fastidio.

1. Attenzione alle cause dell’eczema

Accanto ai soliti stress e cambi di stagione, la principale causa scatenante dell’eczema palpebrale è il contatto ripetuto con acqua e detergenti.

La pelle delle palpebre, infatti, a differenza di quella del viso, possiede poche ghiandole in grado di produrre il grasso (sebacee) che impermeabilizza la cute e quel poco sebo viene rimosso dai prodotti detergenti del trucco. L’umidità resta così prigioniera nelle pieghe che ne impediscono l’evaporazione ad occhi aperti, favorendo l’irritazione cronica dei tessuti.

2. Evitare in maniera assoluta di:

  • truccarsi
  • sfregare-grattare le palpebre, bagnarle in cerca di sollievo
  • applicare creme idratanti, emollienti, oli, unguenti, compresi i rimedi omeopatici o “della nonna” come l’aloe, l’arnica, l’acqua borica. Anche le creme o pomate a base di antistaminici, antibiotici, cortisonici non servono, anzi possono peggiorare il quadro.

Per alleviare prurito o dolore con prodotti specifici consultate il dermatologo.

3. Fare seccare la cute per guarire prima

Diventa essenziale far seccare la cute e far partire la desquamazione con il fisiologico rinnovo delle cellule. In questo modo la guarigione avviene in modo spontaneo, anche se non prima di 2-3 settimane.

4. Attenzione a come lavi i capelli

I capelli vanno lavati con la testa inclinata all’indietro, come dal parrucchiere; il viso con batuffoli di cotone imbevuto di soluzione di benzalconio cloruro 0.1% non diluito (Disintyl®) senza toccare la regione attorno all’occhio.

Se proprio occorre pulire le palpebre, si utilizzi la soluzione di permanganato di potassio, applicata con un batuffolo di cotone inumidito e ben strizzato, appoggiato con delicatezza. Una crema all’ossido di zinco e magnesio silicato, in applicazione serale di poco prodotto e un massaggino, può essere utilizzata per lenire il prurito e il gonfiore intensi.

5. Come evitare che si ripresenti l’eczema palpebrale

Per evitare le recidive, l’eczema palpebrale si previene abolendo le detersioni aggressive, compreso il latte detergente che provoca sempre piccoli danni ai meccanismi fisiologici di barriera della cute. Si usa una crema non schiumogena, come la base lavante eudermica, avendo cura di asciugare i residui di umidità palpebrale.

Soffri di infiammazioni oculari?

Consulta anche la pagina Congiuntivite e Occhio rosso.

Scopri anche i sintomi e le cause delle varie dermatiti palpebrali:

Per informazioni o per prenotare una visita oculistica chiamate lo 028057388 o inviateci una email.

Richiedi maggiori informazioni
Compila il form, chiama il numero 02.8057388
o scrivici su WhatsApp 329.4067810

Domande Frequenti

Posso guidare dopo la visita?

La dilatazione farmacologica della pupilla crea disagi come fotofobia e difficoltà nella messa a fuoco degli oggetti sia da lontano che da vicino. Pertanto si consiglia di evitare la guida dopo la visita.

Quanto dura l’effetto delle gocce per cicloplegia (dilatazione pupilla)?

L’effetto delle gocce ha una durata diversa a seconda del collirio impiegato, della reattività individuale, dell’età e del difetto visivo (da un minimo di 3-4 ore, ad un massimo, in rari casi, di 24-48 ore).

A che età è utile fare la prima visita ai bambini?

L’età giusta è tra i 3 e i 4 anni. Oggi abbiamo a disposizione strumenti in grado di rilevare difetti di refrazione in modo oggettivo, anche prima dell’età scolare, quando il bimbo sarà in grado di collaborare e dare risposte soggettive utili a identificare la giusta refrazione. Se i genitori, o i famigliari stretti del […]

Viene controllato il fondo dell’occhio?

Si, il fondo dell’occhio viene sempre controllato perché alcuni problemi retinici sono asintomatici (assottigliamento o fori della retina) e diagnosticabili solo dal medico oculista attraverso l’esplorazione del fundus.

Quali sono le differenze tra il centro di Milano e quello di Nizza Monferrato?

I nostri Centri dispongono egualmente di strumentazione all’avanguardia. L’ambulatorio di Milano è attivo dal lunedì al venerdì; quello di Nizza Monferrato il sabato. La chirurgia viene effettuata unicamente nella sede di Milano.

È importante togliere le lenti a contatto prima della visita?

L’azione delle lenti a contatto può alterare la forma della cornea, variandone i parametri e di conseguenza la refrazione del paziente, in maniera più o meno incisiva a seconda del tipo di lenti (morbide, rigide o semirigide).  In base alla motivazione per cui viene richiesta la visita oculistica viene indicato la sospensione di circa 2-3 […]

Viene sempre misurata la pressione dell’occhio durante la visita?

La pressione intraoculare viene misurata a tutti i pazienti sottoposti a visita oculistica, mediante il tonometro a soffio o il tonometro ad applanazione. (Quest’ultimo utilizzato in pazienti con predisposizione o affetti da glaucoma o in fase di terapie cortisoniche locali).

Come scegliere lo specialista?

Nella sessione “equipe medica” trova l’elenco dei nostri oculisti, con il proprio campo di competenza specifica. In ogni caso, una prima visita oculistica generica può essere effettuata da uno qualsiasi dei nostri specialisti; consideri quindi anche la disponibilità, i giorni ed orari di visita a lei più congeniali.

Può essere pericoloso utilizzare le gocce per la dilatazione della pupilla in caso di gravidanza o allattamento?

In generale i colliri che si utilizzano per dilatare la pupilla sono topici, ma potrebbero entrare in circolo e raggiungere anche il feto. Di solito dopo la 20 esima settimana di gestazione non ci sono rischi per il feto, ma ogni singolo caso viene sempre valutato dall’oculista prima di somministrare qualsiasi tipo di collirio o […]